Consuelo

Dopo aver vissuto otto anni in Calabria, per motivi di lavoro del padre si è trasferita con la sorella e la mamma a Pollein (Valle d’Aosta).

Finite le medie Consuelo ha iniziato a lavorare come apprendista parrucchiera e ha dimostra subito di avere una buona manualità. A 18 anni ha frequentato un corso di teatro diventato per lei una vera e propria passione che le ha fatto decidere di trasferirsi a Roma per approfondire questo interesse e per iscriversi contemporaneamente a un corso di laurea in Scienze della Formazione e dell’Educazione Primaria. Consuelo ha continuato a studiare e nel frattempo ha lavorato come maestra d’asilo.

La svolta è arrivata sette mesi fa, quando è tornata ad esercitare il mestiere che più le calza, la parrucchiera.

Fidanzata ufficialmente da un anno e mezzo, vive con il suo compagno e un cane che adora e che ha chiamato come il padre di Superman: Gerelle.

Il suo estro si estende alla pittura e alla creazione di accessori per i capelli. Una volta ha realizzato delle rose bellissime semplicemente con dei cucchiaini di plastica. Per Consuelo essere parrucchiera viene prima di tutto, è uno stile di vita. Ama prendersi cura delle sue clienti quasi fosse una missione, perché sostiene che se sono felici loro, lo è anche lei di conseguenza. Tenta sempre di rendere un servizio impeccabile. Le è capitato di pettinare sia la sorella sia la madre e ogni tanto crea delle acconciature per la cognata afroamericana.

Sogna di aprire un’attività tutta sua in Italia e a Miami dove vivono alcuni suoi parenti. Le piacerebbe realizzare un’acconciatura ispirata alle donne ritratte dal Caravaggio per dare vita ai giochi di luce e ombra presenti nelle opere del pittore.